Domenica 5 settembre (day 107)

Al concerto di Torino avevo una t-shirt che ha sollevato qualche polemica, perchè sottolineava il mio appoggio al referendum abrogativo della legge sulla fecondazione artificiale.
Cosieri sera ho scritto la mia opinione, pubblicata nelle news(*). E ho raccolto altri pareri...

(*) maxpezzalinetwork.com News

2004_09_05_Day107-Link

05.09.04

Commenti

Per la prima volta (se escludiamo le dicerie sull'inno di AN) Max Pezzali viene coinvolto in polemiche politiche! Strani eventi... ^_^

Itan - 06.09.04 13:51

D'accordissimo con te.

defo - 06.09.04 13:57

Indipendentemente dalla tua ragione politica, e anche dalla mia, ovviamente, penso davvero che quella legge, fatta così, insieme alla cancellazione dell'esistenza delle coppie di fatto nello statuto di regioni come Umbria e Toscana, riporti questo Paese al medio evo.
Parere assolutamente personale.

Nik883 - 06.09.04 14:03

Max stai tranquillo, non susciti nessuna polemica: ognuno di noi è libero di esprimere liberamente il proprio parere, giusto o sbagliato che sia. Sta a noi decidere se seguirlo o meno. Grazie ancora per il concerto che ci hai regalato e per la tua disponibilità! Un bacione grande, Federica

Miss883 - 06.09.04 14:07

...e con questa guadagni mille punti!!!:)

Barbara - 06.09.04 14:33

Mi hai dato uno spunto di riflessione! Ho già visitato il link che ci hai consigliato. Grazie anche per questo... un abbraccio, non solo per l'artista che sei, ma anche per l'Uomo che sei diventato! PS. per caso si potrebbe vedere la maglietta in questione? :-)

Roberta - 06.09.04 14:36

Mi hai dato uno spunto di riflessione! Ho già visitato il link che ci hai consigliato. Grazie anche per questo... un abbraccio, non solo per l'artista che sei, ma anche per l'Uomo che sei diventato! PS. per caso si potrebbe vedere la maglietta in questione? :-)

Roberta - 06.09.04 14:37

LA MAGLIETTA in questione potete vederla qui --> http://www.digianni.it/max%20032%20copia.jpg l'ho fotografato io al concerto del 4/09/2004 Un bacione, Federica

Miss883 - 06.09.04 15:09

Avevo un amico, un tempo che soleva dire:"chissa dove andremo a finire?"
Max fra qualche giorno verrai di nuovo in Calabria a Nicastro (sarebbe Lametia Terme poi vedrai) io sono di Girifalco un paese la vicino a mezz'oretta, mi perderò l'unica occasione di vederti dal vivo perché sto a Cosenza all'università! Vorrei conoscerti di persona, magari qualcuno penserebbe ke un'oretta di macchina me la potrei fare per scendere e vederti, ma gli esami... e poi qua dobbiamo darci da fare è dura! Buon concerto! Carina la maglietta!

MrMAKO - 06.09.04 15:44

Hai detto bene che dovrebbe essere "rifatta", ripensata da capo, perchè così com'è al momento non mette d'accordo nessuno, non può.

GIUSY - 06.09.04 17:02

Argomento molto,troppo delicato che si scontra tra etica,scienza e medicina..ma è importante cmq discuterne,anche solo x informarsi di + e farsi un'opinione,districandosi nella gingla di slogan.

Alex - 06.09.04 17:14

Caro Maz, stavolta devo dire che non condivido la tua posizione. Sicuramente si tratta di argomenti delicati, ma proprio per questo mi sembra che il discorso sia assai più complesso di quanto non dicano al link che ci hai consigliato di visitare. Il punto centrale riguarda lo statuto ontologico dell'embrione umano. Cioè: è un soggetto o è un oggetto, è una persona o è una cosa? Gli amici del Partito Radicale sostengono che è una cosa, ma tale affermazione è solamente una loro opinione. L'embrione è infatti un essere umano, che si caratterizza per una crescita costante, graduale e autonomamente orientata. Non solo è un progetto di vita, ma è già l'uomo e la donna che poi sarà. Questo dice la moderna scienza prenatale, che con tutto il rispetto non è proprio la disciplina preferita di Veronesi o della Montalcini. Ma lo dice anche la Corte Costituzionale, il Parlamento Europeo, il Comitato Nazionale di Bioetica. Tutti medioevali e oscurantisti? Non penso... La legge sulla fecondazione dice solo che nella tecnica da seguire occorre tenere presente non solo i diritti della coppia, ma anche quelli del concepito. E dove sta lo scandalo? Se proprio un figlio si vuole, anche lui ha dei diritti! Bene: tali diritti vengono in parte (solo in parte) garantiti dalla legge, che a mio parere rappresenta un ottimo punto di compromesso. Si può sempre discuterne ancora, ma lasciare via libera agli slogan ad effetto, come fanno i radicali, non mi sembra il modo migliore.

Nel sito del Forum delle Azzociazioni Familiari (www.forumfamiglie.org) e in quello del Movimento per la vita (www.mpv.org) ci sono documenti che spiegano il perchè questa è comunque una legge da difendere. Ci sono poi molti link politici o religiosi, ma non mi interessa proporveli in questo momento. Discutiamo di diritti e di doveri, con la ragione e non con la fede. Io penso che la legge 40 sia un ottimo punto di accordo.

stefano - 06.09.04 17:42

Carissimo Max, ti ho sempre seguito e cantato in compagnia degli amici ma in questa battaglia non ti seguo. IO NON FIRMERO PER IL REFERENDUM perchè i radicali stanno dicendo un sacco di bugie e mi spiace che tu ti sia fatto strumentalizzare. La fecondazione artificiale, qualsiasi tecnica oggi in uso, è altamente abortiva. Perchè creare in provetta 3 bambini (chiamali embrioni se vuoi, ma sono esseri umani, bambini) per provare ad impiantarli e sperare che uno di questi prosegua il loro corso? Il problema sta tutto qui
: l'embrione è un essere umano o no? Se dici no, e sostenendo i radicali sembra tu voglia dire questo, devi ringraziare che tua mamma non l'ha pensato quando ti aspettava nel suo grembo altrimenti tu non saresti qui con la tua vita, la tua fama ed i tuoi successi. Questa legge, imperfetta in molti punti, però nel primo articolo è molto chiara e parla dei diritti del concepito, ovvero di quel Max Pezzali che era tanti anni fa nel grembo della sua mamma e di tutti quegli altri bambini allo stadio di embrione ma che vanno tutelati. Non prestiamoci al gioco dei Radicali che dicono tante bugie per interessi personali e la prossima volta ti mando io una maglietta da portare ai concerti e c'è scritto "Felici di essere nati" ed è la maglietta di tutti i bambini che hanno visto riconosciuti i propri diritti sin dal concepimento. Ciao e grazie

giorgio - 06.09.04 18:14

Caro Stefano, sintetizza : Chiesa contro Scienza. Punto e basta. Questa e solo questa è la questione. Preferisco non mettere il mio indirizzo mail per evitare polemiche e strascici sgraditi. Ma anche io avevo pur il diritto di dire la mia ...

PR - 06.09.04 18:18

Cari Giorgio e Stefano, ha ragione anche chi chiede di avere un figlio non potendolo avere in maniera naturale. Se donare una vita è comunque bello, tanto vale tentare con l'aiuto della scienza. Faremmo nascere comunque un bimbo. Non vi pare ?

Nik883 - 06.09.04 18:27

Credevamo che dopo quasi vent’anni di discussioni e di dibattito culturale e politico il capitolo della fecondazione artificiale fosse definitivamente archiviato. Invece siamo di nuovo in prima linea e ci troviamo a dover rispondere a una veemenza a cui da tempo non si assisteva.

Era prevedibile che a qualcuno la legge 40/04 non sarebbe piaciuta. Sapevamo che in troppi hanno costruito fortune economiche sul far west della provetta; sapevamo che qualche scienziato è pronto a tutto pur di raggiungere la fama; sapevamo che dietro l’angolo c’è sempre la solita élite politica pronta a battersi nel nome di un progressismo non meglio identificato e sapevamo anche quanto fosse diffuso un egoismo che porta a considerare il \"diritto al figlio\" una priorità assoluta. Eppure questa ripresa di vigore della lobby procreatica in qualche misura ci sorprende.
Se da un lato, infatti, ci conforta la conferma che la cultura radicale è ridotta a un’esigua minoranza nel Paese, al punto da non riuscire a raccogliere le firme per un referendum, dall’altro stupisce la presa di posizione massiccia e decisa dei Ds. I radicali sono stati costretti a invocare il loro aiuto, ma i Ds si sono gettati in questa impresa, salvo lodevoli eccezioni, con un entusiasmo e una vis polemica inaspettati.

Si tratta di una presa di posizione così netta che può essere spiegata soltanto con motivazioni che trascendono la materia del contendere e che sembrano nascondere scenari politici insospettabili e proiettati nel futuro prossimo, magari sugli assetti interni alla coalizione. Viene da domandarsi, ad esempio: che posizione prenderà l’Ulivo sulla bioetica, sulla vita, sulla legge 194, sulla famiglia quando dovrà essere approntato il programma elettorale e di Governo? Una domanda alla quale invochiamo una risposta urgente.

È un interrogativo, passando nella Casa delle Libertà, anche per Forza Italia, dove alcuni autorevoli esponenti si dichiarano favorevoli a una modifica della legge al fine di evitare i referendum. Di fatto sappiamo che non è così: nessun intervento significativo è possibile perché, per evitare i referendum, si dovrebbero toccare i pilastri dell’intera legge.

Questa non è una bella legge. Di certo non è una legge cattolica né segue le indicazioni della Chiesa. Ma è una legge che ha alcuni aspetti di grande positività, come ad esempio il riconoscimento che il bambino è un soggetto che vale almeno quanto la madre e il padre e che ha diritti inalienabili. Se venissero meno questi punti come vorrebbero i referendari, della legge rimarrebbero solo le negatività e saremmo noi i primi a chiederne l’abrogazione.

Un’altra questione che lascia interdetti è il quasi totale schieramento dei media e degli opinion leader in chiave anti-legge. Anche su questo mi si consenta qualche riflessione. Le \"nostre famiglie\", quelle che danno vita e anima al Forum e che rappresentano una parte certo non marginale della società, non sono affatto contrarie alla legge, e così tante altre famiglie che incontriamo.

Che la maggioranza del Paese non sia contro la legge lo dimostra il fallimento del primo tentativo radicale di raccogliere le firme. Ebbene, come non chiedersi la ragione di una presa di posizione dei grandi mezzi di informazione in palese contraddizione con la pubblica opinione?

La risposta è inquietante: evidentemente i mass media non si accontentano più di \"informare\" la gente, ma la vogliono \"formare\" sui diktat di una élite di intellettuali trasversali e dagli incerti contorni.

Tutto questo è molto grave, e di fronte a tale situazione noi chiediamo la par condicio dell’informazione (a iniziare dalla Rai, che anche e soprattutto su temi così cruciali deve assolvere al suo ruolo di servizio pubblico, obiettivo e pluralistico), quella vera, non quella di coloro che approfittano degli schermi e della carta stampata per seminare disinformazione, falsità e notizie scientificamente infondate.

Gianmaria83 - 06.09.04 18:52

Ecco, PR, vedi. Quello che proponi tu, Chiesa contro Scienza, è ciò che io chiamo semplificazione. Vai avanti per slogan, dicendo che da una parte c'è il Male (la Chiesa, ovviamente, quegli oscurantisti clericali) - e non pensi a (e anzi offendi) tutti coloro che pur non credenti vedono nell'embrione umano "uno di noi", dall'altra c'è il Bene, che identifichi con la Scienza (quella maiuscola, perchè tutto le è dovuto). E invece la Scienza non è sempre Bene, e ancor meno Bene è la tecnica, e parlando di fecondazione artificiale parliamo di tecniche, di metodologie impiegate. E la storia ne ha viste tante di tecniche e metodologie scientifiche applicate male.

Ora, la realtà è la tecnica di fecondazione più diffusa, la FIVET, implica che per ogni bambino nato (bimbo in braccio) ci siano almeno altri nove figli (l'embrione è figlio!) morti durante il percorso. E questa sarebbe scienza? Eliminare via via, perchè congelati, perchè fragili, perchè malati, perchè troppi, nove figli per farne nascere un decimo? Mah, strana scienza, questa...

Ecco, lo dico a Nik883: è vero che desiderare un figlio è una bella cosa, ma averlo a tutti i costi, senza neppure volere considerare che è in gioco la vita stessa di altri esseri umani... beh questo mi pare che ci debba un po' far riflettere. La legge non impedisce di avere figli: semplicemente limita certe pratiche, diciamo così, un po' troppo allegrotte... In altri termini, l'aiuto della scienza, come lo chiami tu, non deve essere assoluto, e soprattutto non deve calpestare i diritti di altri soggetti. Se no va a farsi friggere tutto il diritto, che da sempre difende i deboli e regola le azioni dei forti.

Comunque, possiamo continuare a discuterne, molto volentieri. Ma vorrei che lo facessimo con stile, senza cadere nelle provocazioni di chi, promuovendo il referendum, fa di tutta l'erba un fascio, raccontando anche una buona dose di bugie (Giorgio ha ragione) e mandando in soffitto un altro nostro diritto: quello di pensare con la nostra testa e non con quella di amici un po' troppo "radicali"...

Concludo con questa dichiarazione medico scientifica e giuridica che è stata firmata da oltre 300 docenti e presidi delle facoltà universitarie italiane di medicina e giurisprudenza (solo queste due facoltà). Dicono cose sagge. A conferma del fatto che non è vero che da una parte c'è la Scienza e dall'altra l'ignoranza.

Ecco il testo, magari lo commentiamo assieme:

DICHIARAZIONE MEDICO - SCIENTIFICA

L’embrione, sin dallo stadio unicellulare – embrione a una cellula – cioè dal concepimento, è un individuo umano.

Il nuovo genoma determina l’identità biologica specifica ed individuale del nuovo soggetto e la eventuale selezione naturale non ne cambia la realtà ontologica

Il processo vitale del nuovo soggetto umano è unico e continuo dallo stadio unicellulare alla morte individuale

DICHIARAZIONE GIURIDICA

Il principio di uguale dignità di ogni essere umano che sta alla base della moderna dottrina dei diritti umani implica che l’embrione umano fin dalla sua prima formazione non può essere considerato una cosa, né una entità intermedia tra gli oggetti e i soggetti, ma deve essere riconosciuto come soggetto titolare dei primordiali diritti inerenti la dignità umana, quali il diritto alla vita, alla famiglia, all’ identità. Egli è, dunque, "persona" nel significato tecnico-giuridico della parola.

Storicamente la qualità di "essere umano" non è stata condizione né necessaria, né sufficiente per avere la "capacità giuridica". L’evoluzione che ha raggiunto il suo traguardo nella proclamazione dei diritti dell’uomo, è stata ed è nel senso che non può esistere differenza tra il concetto naturalistico - biologico di essere umano e concetto giuridico. Il riconoscimento della capacità giuridica ad ogni essere umano fin dal concepimento - salva la particolare disciplina già vigente riguardo ai diritti patrimoniali - è il modo di portare a compimento e perfezione l’evoluzione del pensiero giuridico.

Nel caso di dubbio sull’esistenza di una vita umana il diritto moderno, in quanto fondato sul principio di eguaglianza e sulla dignità umana deve adottare le soluzioni più idonee a salvaguardare la vita umana anche nel caso che qualcuno sollevi dubbi sulla sua esistenza. In questo senso deve essere attuato anche nel campo dell’ordinamento giuridico l’invito enunciato dal Comitato nazionale di Bioetica a "trattare l’embrione umano fin dalla fecondazione secondo i criteri di rispetto e tutela che si debbono adottare nei confronti degli individui umani a cui si attribuisce comunemente la caratteristica di persona" (Documento su identità e statuto dell’embrione umano, giugno 1996).

Ciao a tutti!

Stefano - 06.09.04 19:10

Bravi Stefano e Giorgio. Sono Più che convinto delle vostre argomentazioni. MAX TU CI CANTI TRA LE TANTE BELLE CANZONI GRAZIE MILLE... BENE OGNUNO DI NOI PUO\' DIRE DI SE STESSO GRAZIE MILLE, GRAZIE PERCHE\' IO CI SONO E PERCHE\' CHI MI AVEVA IN GREMBO MI HA DATO LA POSSIBILITA\' DI NASCERE, DI VIVERE QUANDO ERO SOLO UNA PALLINA DI CELLULE CHIAMATA EMBRIONE. E QUI CHIESA O NON CHIESA SI TRATTA SOLO DI ESSER OGGETTIVI. SE VOI CHE LEGGETE FOSSE STATI USATI PER FARE RICERCA( PER FARE RICERCA SI PUò EVITARE DI UCCIDERE ALTRI ESSERI UMANI!), QUANDO ERAVATE EMBRIONI, SE FOSSE STATI UNO DEI NOVE EMBRIONI CHE MUOINO PER UNO CHE SI IMPIANTA (I FIGLI CONCEPITI IN UNA PROVETTA HANNO UNA POSSIBILITA\' SU 10! DI SOPRAVVIVERE)ADESSO NON STARESTE QUI A LEGGERE QUESTE PAROLE.

manuel - 06.09.04 19:31

Stefano, il film Bene contro Male te lo sei fatto tutto tu. Così come la collocazione Chiesa = Male che mi addebiti e che trovo semplicemente blasfema.
Mai mi permetterei di accostare la Chiesa al male, anche se nella Stroia ne hanno combinate di belle.
Mi sono letto tutto il tuo messaggio. Rispetto il tuo pensiero. Non sono politicizzato. Avere o farsi un'idea non vuol dire farsi strumentalizzare da un partito. Questo sì è semplificare.
Una riflessione : L'embrione ha un'anima in quanto essere vivente ? E gli animali non ne hanno una solo perchè inferiori all'uomo ? Mah ... Devo ancora trovare animali in grado di buttare bombe a mano sui neonati, come hanno fatto certi esseri umani a Beslan.

PR - 06.09.04 19:36

per PR beh non ci sono nemmeno animali che vivono per aiutare i poveri o che annegano per salvare bambini o che vanno volontari medici in guerra a ricucire ferite o che amano...

zenit - 06.09.04 19:49

Sicuramente mi hai fatto venire voglia di approfondire la mia conoscenza sulla legge... Ke bello, stimoli anke queste cose! :)

Franz83 - 06.09.04 20:42

Il problema non deve essere sintetizzato in Chiesa (= Male) contro Scienza (=Bene), né in Destra contro Sinistra: il problema è più ampio e coinvolge tutti. Se una coppia non può avere dei figli in modo naturale, trovo giusto che si tenti la strada della fecondazione assistita. Poi c’è la questione di quando inizia la vita: quando l’embrione è formato (si cominciano ad intravedere gli arti, per esempio) o quando spermatozoi e ovuli si uniscono? Io sono per la prima… comunque sono questioni da valutare attentamente.
Se poi diciamo che l’embrione è un essere umano perché ha un’anima… questo può essere vero per un credente e questo è quello che dice, più o meno, la Chiesa; ma io mi domando: con tutto il rispetto, la Chiesa cosa ne può sapere di questioni scientifiche? È come se Dulbecco si presentasse ad un concilio di cardinali e dicesse «La Via Crucis non si fa come la fate voi. Non si parte dalla prima stazione. È sbagliato! Si parte dalla terza, si passa alla nona e, con la decima, si chiude». Cosa ne sa Dulbecco delle cose religiose? La Chiesa ha il diritto di esprimere la propria opinione, ma questa opinione non deve essere Vangelo.
x Zenit: guarda che anche gli animali si aiutano tra loro, pur non essendo organizzati in Protezione Civile o Croce Rossa; quello che ci distingue dagli animali è una cosa sola: noi ci ammazziamo a vicenda senza tanti complimenti in nome di Dio, di Allah o della superiorità (Occidentale o Orientale che sia).

defo - 06.09.04 20:43

Beh, scusa PR se ho frainteso il tuo messaggio, ma mi sembrava molto chiaro... I cristiani nel corso dei secoli ne hanno davvero combinato di grosse, ma che vuoi, in fondo erano uomini loro e lo siamo anche noi. Nessuno è perfetto... Sulla questione anima, sai, non lo so e scusa la franchezza non me ne importa nemmeno molto. Magari l'anima neppure esiste... Boh! So di certo però che gli embrioni umani sono vivi, e ad ognuno di noi (e allo Stato) ciò dovrebbe bastare per riconoscere loro dei diritti. Come fa la legge 40.

Proprio su questo voglio tornare a parlare. E mi rivolgo a Max: davvero questa legge mi pare faccia un grande passo culturale, che è quello di affermare che tutti gli uomini sono uguali, che hanno la stessa dignità, anche se sono piccoli, anche se ancora non sono nati. Sono esseri umani e non ci può essere discriminazione fra esseri umani! D'altronde parliamo tanto di diritti umani... e a chi devono essere dati i diritti umani se non all'uomo. Ad ogni uomo? Questa si chiama civiltà! Max, davvero mi fa male vederti con quella maglietta... Ma perchè?

Stefano - 06.09.04 20:51

Mi è sempre stato simpatico Max. Però da simpatizzante, ci tengo a dirgli che non bisogna assolutamente appoggiare i Referendum e che la fecondazione assistita, sembra quasi la via che porterà alla gravissima eugenetica. Detto in parole facili facili, il miglioramento della razza. All'apparenza sembrerebbe una buona cosa, ma anche i Nazisti facevano di tutto (cose atroci ovviamente!) per migliorare la razza Ariana! Tutti sappiamo come è andata a finire. I figli devono nascere dall'Amore vero e generoso di un uomo e di una donna, che sappiano sacrificarsi l'uno per l'altro, come ci ha imposto la natura da milioni di anni. Le leggi umane stanno andando fuori dalle leggi umane e credetemi, stiamo andando veramente fuori!
Ciao Max e a tutti i tuoi fans!

Emiliano - 06.09.04 20:52

caro stefano neanche tu pensi con la tua testa dato che sei d\'accordo con una legge così terribile...ti sei fatto abbindolare da quelli che identificano la cultura occidentale superiore, ma che poi uccidono gente comune facendo lo stesso gioco di quelli che vorrebbero sconfiggere in nome della pace. cmq hai ragione tu ognuno la pensa come vuole e infatti io non la penso come te...

angioletta83 - 06.09.04 22:17

Bravo Max! Fai bene una volta tanto a prendere una posizione!! Continua così! Non avere paura di esprimere le tue idee! Go ahead, Max!!

massimo - 06.09.04 22:59

grande Max...e non aggiungo altro!
(Parlate, parlate pure...ma come potete giudicare il dolore di una donna a cui viene impedito di diventare madre?!Informatevi bene, prima di sproloquiare!)

vica - 06.09.04 23:17

se ne potrebbe parlare nel forum, visto che sembra che comincino a scaldarsi le acque

Zarbon - 06.09.04 23:36

Chiesa non significa MedioEvo! chiesa non è male, e cmq ricordiamoci che la chiesa è costituita da uomini come noi, per il tipo ke parlava del passato della kiesa! siamo tutti in condizioni di poter esprimere liberamente un parere tanto siamo stati tutti concepiti come natura vuole! ma se passa la legge lo stesso argomento in questa sezione altri ragazzi ke scrivono magari uno due o tre di loro sono stati concepiti in provetta! il parere di loro vorrei sentire! l'embrione non è una cosa, un oggetto ma è l'intenzione dell'amore di due persona e ricordiamoci che AMORE è vita! l'embrione sono io sei tu saranno altre persone! una dinna che non può avere figli può essere ugualmente madre e amare un bimbo e renderlo felice, magari adottandolo! sono Cristiano cattolico e non sono medievale come non lo è la fede e ciò di cui si parla nella BIBBIA, mi sa che siamo noi mediaevali che uccidiamo bimbi nelle scuole e non rispettando il prossimo non rispettiamo noi stessi! Cari amici se solo si seguissero minimamente quei principi medievali di cui si parla nella Bibbia, non esisterebbero gli atti barbari di oggi non giustificabili nel tempo che viviamo! La fede è la scienza viaggiano insieme, la scienza è uno strumento che l'uomo ha per rendere migliore la propria vita e degli altri, mmmmaaaaa.... a buoni intenditori poke parole! sono felice di aver letto questo forum stasera e mi rallegro del fatto ke ancora si ha spirito critico! Ciao MAX vorrei risentire la tua! se hai tempo è voglia soprattutto... la mia email c'è! CIAO

MrMAKO - 07.09.04 00:02

Chiesa non significa MedioEvo! chiesa non è male, e cmq ricordiamoci che la chiesa è costituita da uomini come noi, per il tipo ke parlava del passato della kiesa! siamo tutti in condizioni di poter esprimere liberamente un parere tanto siamo stati tutti concepiti come natura vuole! ma se passa la legge lo stesso argomento in questa sezione altri ragazzi ke scrivono magari uno due o tre di loro sono stati concepiti in provetta! il parere di loro vorrei sentire! l'embrione non è una cosa, un oggetto ma è l'intenzione dell'amore di due persona e ricordiamoci che AMORE è vita! l'embrione sono io sei tu saranno altre persone! una dinna che non può avere figli può essere ugualmente madre e amare un bimbo e renderlo felice, magari adottandolo! sono Cristiano cattolico e non sono medievale come non lo è la fede e ciò di cui si parla nella BIBBIA, mi sa che siamo noi mediaevali che uccidiamo bimbi nelle scuole e non rispettando il prossimo non rispettiamo noi stessi! Cari amici se solo si seguissero minimamente quei principi medievali di cui si parla nella Bibbia, non esisterebbero gli atti barbari di oggi non giustificabili nel tempo che viviamo! La fede è la scienza viaggiano insieme, la scienza è uno strumento che l'uomo ha per rendere migliore la propria vita e degli altri, mmmmaaaaa.... a buoni intenditori poke parole! sono felice di aver letto questo forum stasera e mi rallegro del fatto ke ancora si ha spirito critico! Ciao MAX vorrei risentire la tua! se hai tempo è voglia soprattutto... la mia email c'è! CIAO

MrMAKO - 07.09.04 00:05

Chiesa non significa MedioEvo! chiesa non è male, e cmq ricordiamoci che la chiesa è costituita da uomini come noi, per il tipo ke parlava del passato della kiesa! siamo tutti in condizioni di poter esprimere liberamente un parere tanto siamo stati tutti concepiti come natura vuole! ma se passa la legge lo stesso argomento in questa sezione altri ragazzi ke scrivono magari uno due o tre di loro sono stati concepiti in provetta! il parere di loro vorrei sentire! l'embrione non è una cosa, un oggetto ma è l'intenzione dell'amore di due persona e ricordiamoci che AMORE è vita! l'embrione sono io sei tu saranno altre persone! una dinna che non può avere figli può essere ugualmente madre e amare un bimbo e renderlo felice, magari adottandolo! sono Cristiano cattolico e non sono medievale come non lo è la fede e ciò di cui si parla nella BIBBIA, mi sa che siamo noi mediaevali che uccidiamo bimbi nelle scuole e non rispettando il prossimo non rispettiamo noi stessi! Cari amici se solo si seguissero minimamente quei principi medievali di cui si parla nella Bibbia, non esisterebbero gli atti barbari di oggi non giustificabili nel tempo che viviamo! La fede è la scienza viaggiano insieme, la scienza è uno strumento che l'uomo ha per rendere migliore la propria vita e degli altri, mmmmaaaaa.... a buoni intenditori poke parole! sono felice di aver letto questo forum stasera e mi rallegro del fatto ke ancora si ha spirito critico! Ciao MAX vorrei risentire la tua! se hai tempo è voglia soprattutto... la mia email c'è! CIAO

MrMAKO - 07.09.04 00:05

Si può sempreadottare un bimbo ed essere maderi ugualemte Zarbon! io ne conosco di persone e sono felice di aver dato la felicità a un bimbo!

MrMAKO - 07.09.04 00:09

La kiesa ke centra? non è un fatto medievale, la scienza non è essere moderni! noi siamo tutti arretrati con il pc in mano ma arretrati, spiegatevi i ftti ke succedono tutti i giorni se no....! è questione di concetto! l'embrione è vita principio vitale e amore di due persone, L'amore è vita! vorrei un parere di un ragazzo nato in provetta vediamo ke pensa! non è questione di kiesa ribadisco, ma di morale! buon tempo a tutti! Ciao MAX potresti essere piu partecipe hai scatenato il mondo qua oggi!

MrMAKO - 07.09.04 00:11

Angioletta83: perdonami ma a me della "cultura occidentale superiore" non interessa granchè, credimi. Se proprio la vuoi sapere tutta, resto convinto che vi sarà pace su questa terra non quando l'occidente vincerà la sua triste guerra contro chissà chi, ma quando verrà riconosciuta e rispettata la dignità di ogni persona umana. Da ogni punto di vista la si guardi, la guerra si riduce a questo: violare la dignità di ogni singolo uomo. Ecco, quella legge che tu indichi come "terribile" ha un pregio: affermare che ogni singolo uomo ha diritto a vedere rispettata la sua dignità. Davvero, a cosa ti riferisci quando dici che la legge è "terribile"? Ma è "terribile" una legge che semplicemente pone alcuni paletti in una materia dove prima imperava il far west, o è "terribile" una anarchia totale per cui ognuno poteva decidere per sè, creare embrioni a dismisura, congelarli, selezionarli, eliminarli perchè deboli, malati, "anomali"??? Io trovo davvero che "terribile" era la situazione precedente all'entrata in vigore della legge. Ma possiamo discuterne, sul forum o anche qui, dove volete. Io ho semplicemente risposto ad una richiesta di Max: "Parlatene". E io ne ho parlato. Se non fossi uno che lo segue da tempo non sarei certo intervenuto: l'avrei lasciato perdere. Ma lo ha chiesto lui, e io l'ho fatto. Mica penserete che si viva nel mondo del "pensiero unico"... E sommessamente faccio notare a "vica" che qui nessuno giudica nessuno. Se legge i miei interventi non troverà una sola parola da cui traspare un "giudicare il dolore di una donna a cui viene impedito di diventare madre". Ripeto invece che qui non viene impedito nulla, ma vengono solo posti dei limiti alle tecniche. E non perchè faccia piacere vietare, ma solamente perchè c'è di mezzo anche un altro soggetto, e quando ci sono più soggetti la libertà di uno viene limitata perchè esiste anche la libertà degli altri. Dove sta lo scandalo? Un saluto a tutti.

Stefano - 07.09.04 00:16

ciao Max , ti vorrei dire che
1. la fecondazione artificiale è sempre altamente abortiva, sia quella
omologia sia quella eterologa
2. questa legge ha posto rimedio al far west procreatico ed ha alcuni punti
positivi tra i quali il riconoscimento giuridico dell'embrione
3. la fecondazione artificiale non è il rimedio alla sterilità della coppia :
perchè non spendere i soldi della fecondazione in ricerca per curare le cause di sterilità e impotenza?
4. questa legge non pone limiti alla scienza ma la reindirizza verso altre
ricerche
5. i bambini hanno diritto ad avere un padre ed una madre ed avere la certezza che sono quelli che gli danno anche i geni. Un NO secco alla fecondazione eterologa (sperma e/o ovuli in affitto)!!
6. questa legge non c'entra nulla con la fede o la chiesa. E' il buon senso a dire che è un buon passo avanti rispettoa prima.
7. non tutto ciò che la scienza può fare è buono (vedi OGM )
8. ultima cosa:
facciamo leggi per tutelare i gatti e i cani dalle percosse: e se tutelassimo chi deve ancora nascere, e tutelassimo i portaori di handicap (anche quelli che devono ancora venire al mondo) ed evitargli problemi e far sì che non possa essere
"cancellato" (abortito) perchè non corrisponde alle aspettative
dei genitori (con le tecniche di analisi preimpianto si arriva a questo: leggete cosa succede al Nord europa e in inghilterra..come l'EUGENETICA-selezione- NAZISTA...)...

Molti italiani ormai stanno capendo che le legge attuale è un buon passo avanti...
ciao

paolo - 07.09.04 02:12

Bravo Max....devo dire che non condivido proprio in pieno la tua personale opinione, ma è bene il fatto che tu cerchi di stimolare la gente a pensare...a farsi delle idee.....
Stefano83

pnedved - 07.09.04 08:10

Per chiudere la questione, una sola considerazione: Corriere della Sera prima pagina di oggi 07/09.
Bimbo guarito dalla talassemia grazie alle cellule staminali. Operazione avvenuta in TURCHIA (ripeto, TURCHIA) perchè in Italia non si può più.
Operazione riuscita. Vita di bimbo salvata.
C'è altro da aggiungere ?
Una cosa ci sarebbe :
Se Dio non avesse voluto regalarci la vita, l'intelligenza, la possibilità di scegliere tra bene e male (anche a fin di bene a volte si commettono errori) avrebbe creato degli esseri senza alcuna possibilità di scegliere.
Invece nella sua bontà, Dio ci ha creati così come siamo.
Peccato che ci siano altri uomini che pensano di poter impedire a ciascuno di agire secondo la propria coscienza.
Uomini che cercano di imporre il proprio credo.
Non sarebbe più facile lasciare progredire la scienza in nome dell'evoluzione dell'Umanità ?
La scienza ci può liberare dalle piaghe del cancro o delle malattie genetiche con l'uso delle cellule staminali ?
Benissimo. Io ne sarei solo felice. Sapendo di poter guarire, molti sceglierebbero di essere trattati.
Altri no ? Va bene ugualmente.
Ma per me l'importante è che l'uomo abbia la possibilità di migliorare e quella di SCEGLIERE. Come Dio ha voluto da sempre che fosse.
Ricordiamoci che di questo passo presto il diritto alla vita degli spermatozoi avrà il sopravvento su quello della donna.
anche la donna ha dei diritti. Che, se permettete, vengono prima di quelli di una cellula staminale.

Nik883 - 07.09.04 10:14

Per chiudere la questione, una sola considerazione: Corriere della Sera prima pagina di oggi 07/09.
Bimbo guarito dalla talassemia grazie alle cellule staminali. Operazione avvenuta in TURCHIA (ripeto, TURCHIA) perchè in Italia non si può più.
Operazione riuscita. Vita di bimbo salvata.
C'è altro da aggiungere ?
Una cosa ci sarebbe :
Se Dio non avesse voluto regalarci la vita, l'intelligenza, la possibilità di scegliere tra bene e male (anche a fin di bene a volte si commettono errori) avrebbe creato degli esseri senza alcuna possibilità di scegliere.
Invece nella sua bontà, Dio ci ha creati così come siamo.
Peccato che ci siano altri uomini che pensano di poter impedire a ciascuno di agire secondo la propria coscienza.
Uomini che cercano di imporre il proprio credo.
Non sarebbe più facile lasciare progredire la scienza in nome dell'evoluzione dell'Umanità ?
La scienza ci può liberare dalle piaghe del cancro o delle malattie genetiche con l'uso delle cellule staminali ?
Benissimo. Io ne sarei solo felice. Sapendo di poter guarire, molti sceglierebbero di essere trattati.
Altri no ? Va bene ugualmente.
Ma per me l'importante è che l'uomo abbia la possibilità di migliorare e quella di SCEGLIERE. Come Dio ha voluto da sempre che fosse.
Ricordiamoci che di questo passo presto il diritto alla vita degli spermatozoi avrà il sopravvento su quello della donna.
anche la donna ha dei diritti. Che, se permettete, vengono prima di quelli di una cellula staminale.

Nik883 - 07.09.04 10:15

Come dice Giorgio, la Legge 40 tutela per la prima volta i diritti del concepito. Chi dice che questa è una guerra tra cattolici e scienziati si sbaglia di grosso. Il professor Noia, il professor Piccinni, il professor Romano (e potrei continuare ancora a nominare illustri scienziati nostrani, per non parlare degli scienziati stranieri) potrebbero, con tanto di documentazione scientifica, dimostrare che c'è vita già dal momento del concepimento. Questo posso anche confermarvelo io, che mi sono appena laureato in medicina. Dal momento in cui l'ovulo e lo spermatozoo si uniscono, inizia tutta una serie di eventi che sono misurabili anche sotto forma di energia metabolica, energia che, per forza di cose, avviene SOLO se c'è una vita. Sto parlando da scienziato, badate, e non da cattolico.
Ora, di fronte a tutti questi dati (e posso anche mostrarveli, se volete, i grafici del metabolismo dello zigote immediatamente dopo la fecondazione), come potete dire che questa non è vita? E dopo tutte queste informazioni, ritenete ancora giusto sacrificare due bambini per farne nascere uno?
Sempre il professor Piccinni mi ha dato alcune informazioni che NESSUNO dice, e solo per comodità e per poter guadagnare milioni su milioni. Eccovele qui: se due genitori non riescono ad avere figli in maniera naturale, tentando la fecondazione assistita ci snon ugualmente molte probabilità che il figlio nasca male! E poi, lo sapete che la specie umana è già poco feconda di suo, e che le gravidanze che vengono portate a termine sono il frutto di una selezione incredibile ta i vari milioni di spermatozoi e tra l'ovulo migliore? Già, non è necessario ricorrere a mezzi così brutali per avere un figlio sano, la natura lo fa già di suo. Per quanto gli scienziati siano oramai diventati in gamba nel "selezionare" gli spermatozoi e gli ovuli "migliori", non riusciranno mai e poi mai a selezionare I MIGLIORI, cosa che fa solo la natura.
E poi, la Bellucci e le altre "autorità" che dicono che questa legge nega il diritto di essere madri alle donne, dovrebbero soltanto pensare che FINALMENTE è arrivato un principio di regolamento, che vieta il concetto "Madre a tutti i costi, anche se il figlio geneticamente non sarà mai totalmente mio o di mio marito" (ovvero il principio della fecondazione eterologa, un abominio a mio giudizio), e che quindi tutela la maternità, non la distrugge.
Max, se hai bisogno di vendere dischi e usi queste trovate solo per avere più visibilità e far parlare di te un po' dappertutto, sappi che così facendo hai avuto una caduta di stile, non un innalzamento. Informati prima di parlare, per favore: l'ignoranza è davvero una brutta piaga.

Giovanni - 07.09.04 14:03

Rispondo solo per completezza a Nik883, che segnala il caso del bimbo guarito da talassemia grazie alle cellule staminali prelevate dai fratelli gemelli. Ovviamente si tratta di una grande conquista per la medicina, e sottolinea ancora una volta che anche se si parla tanto di cellule staminali embrionali la ricerca su quelle prelevate da tessuti adulti è non solo più promettente, ma addirittura già realtà, applicata all'uomo in forma terapeutica. Evviva! Il problema etico a monte dell'evento, e che giustamente il Corriere della Sera mette in evidenza (dando assai meno giustamente conto solo di una posizione, tacendo completamente l'altra, quella che magari non riuscirò bene, ma provo ad argomentare io), il problema etico dicevo è che questi due gemelli sono stati creati in provetta e sono coloro che sono sopravvissuti alle tecniche di fecondazione artificiale. Serviva un fratello sano e compatibile per fare il trapianto: sono stati creati 12 embrioni, sono stati analizzati e con una biopsia è stato analizzato il loro materiale genetico. Qualcuno è risultato malato, ed è stato eliminato. Qualcuno è risultato troppo debole, ed è stato eliminato. Solo tre, due sani e uno solo portatore sano della malattia, sono stati impiantati. Uno di questi tre non è riuscito ad impiantarsi, gli altri due si sono sviluppati e così sono nati i due gemelli. Risultato dell'intera operazione: dei 12 esseri umani allo stadio embrionale creati in laboratorio, dieci sono morti e due sono vivi. Questi due hanno consentito con la loro nascita la guarigione del fratello, cosa bella e giusta, ma a costo della vita degli altri dieci. Piaccia o no il problema etico è enorme. Per di più, gli altri, eliminati perchè malati! Non è molto antipatica questa selezione degli esseri umani per cui i sani vanno avanti e i malati non hanno diritto di vivere? Da quando in qua le malattie si combattono anche sopprimendo i malati? Insomma, la faccenda non è così semplice come appare sul Corsera e affermare che gli esseri umani hanno tutti pari dignità, siano essi sani o malati, non mi sembra affatto folle. Anzi, mi pare folle affermare il contrario. La legge 40 non consente di scegliere fra esseri umani chi merita di vivere e chi no. Non consente selezione fra esseri umani, in base a criteri eugenetici. Mi sembra semplicemente una cosa civile. Certo abbiamo un bimbo che era malato ed oggi è sano, ma tale lieto fine sarebbe stato possibile raggiungerlo anche senza passare per una selezione eugenetica di esseri umani, anche se piccoli e invisibili. La dignità di un uomo non si misura in base alla ricchezza, all'età, alla forza, alla bellezza. La dignità c'è. Punto e basta. E anche i dieci embrioni morti affinchè nascessero i due gemelli che hanno poi salvato la vita del bimbo malato erano (ERANO, purtroppo) esseri umani. Ciao a tutti e grazie per aver discusso della questione.

Stefano - 07.09.04 15:07

Per MrMAKO : Il parere di un bimbo nato in provetta ?
Se chiedi ad un handicappato se è felice di essere nato e di vivere comunque, questi ti risopnderà di si.
Ma ti risponderà di si proprio perchè è nato ed ha un concetto della vita così come la intendiamo noi, noi vivi, intendo.
TUTTI amiamo la vita, una volta nati.
Quando ci viene concesso di abitare il nostro corpo ?
Quando, insomma, ne prendiamo possesso con l'anima ?
A livello di cellule ? Non credo proprio. Tutto ciò che è terreno, è vita.
Quindi penso che un figlio nato in provetta, ora come ora, ti risponderebbe più o meno così :
I genitori li ho ugualmente, sono nato, ci sono, e sono felice di esserci.
Non credi ?
Comunque una cosa è certa : Max ci costringe con questa discussione a confrontarci, a discuterne ...
Ricordate il polverone sollevato da Celentano con la faccenda della donazione degli organi ?
Finchè c'è discussione e confronto ognuno può liberamente dire la propria, ma giustamente prima siamo costretti a documentarci.
Ripeto : La discussione mi piace. E' bella, costruttiva e ci fa radicare o cambiare l'idea che abbiamo.
Viva Max.

Nik883 - 07.09.04 15:57

Caro Max, come cantante sei bravo, ma a me piacerebbe che non sfruttasti la tua bravura musicale per fare della propaganda politica. Innanzitutto Max, tu hai una grandissima responsabilità nei confronti delle giovani generazioni. Purtroppo, la maggiornaza dei giovani (ho 32 anni e sono stato un adolescente anche io) sono indotti alla superficialità, a non ragionare o comunque a ragionare in un modo, che è lontano dalla verità delle cose. Scusate ragazzi se dico questo, ma dentro mi ci sono messo anche io quando ero come voi. Quando diverrete più maturi carissimi, vedrete le cose sotto un aspetto diverso, che ora nemmeno immaginate. Caro Max, torno a te. Facciamo attenzione ad appoggiare queste norme, poichè la fecondazione assistita, potrebbe portare all'eugenetica. Cosa significa? I Nazisti cercavano di migliorare la loro razza, quella Ariana, attraverso le atrocità che tutti conosciamo. In un'epoca dove le donne stanno purtroppo rinunciando all'infinito dono della maternità, ai mass-media di dicono un sacco di bugie per vendere, dove l'aborto non è visto come un omicidio (provate a vedere questo video della vergogna in merito: http://urlosilenzioso.totustuus.info/) essendo un falso progresso, dove non c'è più una Etica delle cose, il valore della vita si stà pericolosamente avvilendo, dove la famiglia è distrutta e disgregata, ti prego Max di non appoggiare questi Referendum: pensaci bene. Hai la responsabilità delle giovani generazioni!

Emiliano - 08.09.04 08:01

NO all'ABORTO! E' UN OMICIDIO!!!
Se non ci credi vediti il video del Prof. Nathanson, ex abortista PENTITO!
Saluti!

http://urlosilenzioso.totustuus.info/

Emiliano - 08.09.04 08:03

D'accordo Emiliano. Ma che c'entra l'aborto ?
Stiamo parlando di cellule staminali in esubero che comunque verrebbero "buttate via" . Perchè non consentire il progresso della scienza ?
Chi ha pensato la 40 allora è assassino ne più ne meno di uno scienziato che per avere una cellula sana ne seleziona 10.
Ti pare ?
E comunque non credo che l'aborto sia una decisione "sportiva" per chi la prende ... Tantomento allegra.
Ad ognuno la propria libera scelta.
Ad ognuno la propria coscienza.
Chi sono io per imporre la mia etica a tutti ?
Notizia di ieri : Nel grasso del corpo umano vi sono MILIARDI di cellule staminali prelevabili ... fai te ...
P.S.: Ho visto il video. Confermo comunque che non è una scelta facile.
Ma Dio ci ha lasciati liberi di sbagliare ...

Nik883 - 08.09.04 12:28

Riporto la notizia ANSA di oggi (08 settembre):

(ANSA) - ROMA, 8 SET - La maggioranza di italiani dice si' alle tecniche di fecondazione assistita e alla clonazione terapeutica, per Eurispes e Telefono Azzurro. Il Presidente di Eurispes, rileva la contraddizione tra il vigore con cui la schiacciante maggioranza (64,9%) e' a favore della fecondazione assistita, e la legge attuale, che di fatto inibisce il ricorso alle nuove tecniche riproduttive pur non vietandole del tutto. Il 55,7% e' invece contrario alla fecondazione eterologa.

ReBBy - 08.09.04 14:50

Credo che sia giusto e doveroso per un uomo pubblico come Max manifestare le proprie idee e posizioni, altro che camnpagna politica... Non vedo perchè quando vasco, guccini, Articolo 31... parlano nessuno si lamenta...anzi si prendono le loro parole come oro colato... La legge 40 del 2004 pone comunque problemi di bioetica... in qualche modo occorre porre rimedio!

Francuzzo - 09.09.04 17:10

Volevo far notare che il fatto che la maggioranza degli italiani (poi bisogna vedere sempre chi fa queste statistiche!!! Anche Nathanson, parla che a New York per far approvare l'aborto, hanno camuffato le statistiche...) voglia la fecondazione assistita, non è garanzia di Giustizia! Questi sono problemi che possono capire solo le autorità preposte, pertanto persone studiose e specializzate. Però sbagliamo ad ascoltare solo gli scienziati, bisognerebbe sentire anche se ciò è moralmente ed eticamente giusto! Già la Santa Chiesa Cattolica avvisò che il Comunismo era la peggior eresia di tutti i tempi e tutti sappiamo che costò 110.000.000 di morti. Anche quelle persone pensavano che la Chiesa avesse torto e che il Comunismo avrebbe aperto le vie del progresso: ma non fu così! La Madonna a Fatima parlò nel 1917 ai 3 pastorelli dicendo: "se la Russia non si convertirà, spargerà i suoi errori nel mondo"! Non è stato forse così? Anche il Nazismo fu condannato (vedi l'Enciclica Mit Brennender Sorge), ma anche lì nessuno gli diede ascolto! Ora la Chiesa parla per il nostro bene! Se non ascolteremo, c'è il serio rischio di sempre: IL CAOS!
Rispetto tutte le vostre idee carissimi ragazzi, però riflettete bene!

Giovanni - 10.09.04 08:59

La Chiesa cattolica sterminò intere popolazioni.
Le statistiche quando non sono fatte su commissione di Berlusconi sono sempre esatte.
Per finire : 110.000.000 milioni di morti ?
Circa il 3% della popolazione Mondiale ?
Questa viene da un libro nero sul Comunismo scritto sempre dal Dr. Berlusconi Silvio.
Aggiungiamo i morti ammazzati dal Nazismo e dal Fascismo (toccati con mano anche in Italia) e dalle varie dittature Fasciste (Cile, Grecia, Spagna, Argentina, per citare le prime che mi vengono in mente ma l'elenco è lunghissimo.
Poi mettiamoci le pulizie etniche perpetrate da Serbi, Iracheni, Popolazioni Africane varie (queste tutte su commissione delle Lobbies del Petrolio (Capitaliste.
Poi aggiungiamo quelli che muoiono di fame perchè ancora sotto dittatura, come per esempio (Perchè no?) Corea, Cina, Paesi Comunisti vari.
Porca miseria ho perso il conto ...
Ma cosa c'entra tutto ciò con la presa di posizione di una persona qualunque ?
Chissà perchè non possiamo avere la nostra libertà di scegliere ma c'è sempre qualcuno che deve scegliere per noi.
Medita tu, Giovanni.

anonimo - 10.09.04 17:26

Dimenticavo : Se hai mai letto la Bibbia, Giovanni, avrai notato moltissime affinità con quello che è il Comunismo nella sua vera essenza.
Purtroppo, la Santa Chiesa definì eresia non tanto il Comunismo quanto la Religione Ortodossa in essa radicata.
Ma si sa. Chi cerca il potere comincia con grandi cose e grandi promesse, che poi non potrà mantenere. E sai come finisce no ? Con la dittatura.
Ecco dove nasce la radicale differenza tra Comunismo e sete di potere.
Nel mio commento di prima ho scordato le persecuzioni ai popoli Curdi e Palestinesi. Le persecuzioni al Popolo Ebraico sono comprese in quelle Nazifasciste.

Anonimo - 10.09.04 18:06

 
Made by Fabio Grasso - Powered by Movable Type 3.11